La Cristoffanini è presente sul territorio con un team di tecnici manutentori specializzati
per garantire il corretto svolgimento degli interventi manutentivi e una costante assistenza su estintori a polvere, CO2 e schiuma.

L’estintore è sicuramente lo strumento più conosciuto e diffuso per lo spegnimento di fuochi.
Gli estintori, in relazione dell’agente estinguente in esso contenuto si suddividono in:
Le procedure di manutenzione implicano diverse fasi a seconda della tipologia e dell’età dell’estintore.
I nostri tecnici manutentori, nello svolgere l’attività professionale, hanno il compito di eseguire le procedure di manutenzione previste dalla norma UNI 9994-1 e dalle disposizioni legislative vigenti.
Inoltre, grazie alla competenza acquisita sul campo, sono in grado di comunicare in modo efficace con il cliente e di proporre soluzioni migliorative.

LA MANUTENZIONE DEGLI ESTINTORI DI INCENDIO PORTATILI E CARRELLATI

La norma UNI 9994-1 riguarda la manutenzione degli estintori e prevede sei fasi di manutenzione: il controllo iniziale, la sorveglianza, il controllo periodico, la revisione programmata, il collaudo e la manutenzione straordinaria. La stessa norma individua due figure chiave, l’azienda specializzata e la persona responsabile.

CONTROLLO INIZIALE DELL'ESTINTORE (PRESA IN CARICO)

Il controllo iniziale deve essere eseguito a cura dell’AZIENDA SPECIALIZZATA la quale dovrà: • verificare che gli estintori siano manutenzionabili • verificare che le marcature siano presenti e leggibili; • verificare che esistano le registrazioni delle attività di manutenzione precedenti; • verificare che sia disponibile il libretto di manutenzione ove previsto. • comunicare alla persona responsabile l’esito dell’attività

SORVEGLIANZA

La sorveglianza è una misura di prevenzione che deve essere effettuata dalla PERSONA RESPONSABILE che abbia ricevuto adeguata informazione, secondo la periodicita’ prevista dallo specifico DVR. Le anomalie riscontrate devono essere immediatamente segnalate all’azienda specializzata che ha in carico la manutenzione. La persona responsabile deve: • verificare che l’estintore ed il supporto siano integri; • verificare che l’estintore sia presente e segnalato con apposito cartello; • verificare che il cartello sia chiaramente visibile • verificare che l’estintore sia immediatamente utilizzabile • verificare che l’estintore non sia stato manomesso • verificare che le iscrizioni siano ben leggibili; • verificare che il cartellino di manutenzione sia presente e leggibile; • verificare che l’indicatore di pressione, se presente, indichi un valore di pressione compreso all’interno del campo verde; • verificare che l’estintore portatile non sia collocato a pavimento.

CONTROLLO PERIODICO (CADENZA SEMESTRALE)

Il controllo periodico, effettuato da AZIENDA SPECIALIZZATA E PERSONA COMPETENTE, consiste in una misura di prevenzione atta a verificare, con frequenza almeno semestrale l’efficienza dell’estintore. In particolare, OLTRE alle verifiche già previste per la fase di sorveglianza, l’azienda specializzata deve: • verificare che i valori di pressione interna degli estintori a pressione permanente siano conformi a quanto previsto dal libretto di uso e manutenzione, con apposita strumentazione indipendente. • verificare la presenza e la carica delle bombole di gas ausiliario per gli estintori pressurizzati con tale sistema; • verificare la carica degli estintori a co2 mediante pesatura. • verificare che l’estintore non presenti anomalie quali ugelli ostruiti, tracce di corrosione, danni alle strutture di supporto e alla maniglia di trasporto Le anomalie riscontrate devono essere eliminate in caso contrario l’estintore deve essere dichiarato fuori servizio. Deve essere compilato un rapporto di intervento e deve essere aggiornato il cartellino di manutenzione.

REVISIONE PROGRAMMATA

La revisione programmata consiste in una serie di interventi che hanno frequenza diversa in relazione alla tipologia dell’estintore 1. Estintori a polvere: 36 mesi 2. Estintori a CO2: 60 mesi 3. Estintori a base d’acqua con serbatoio in acciaio al carbonio con agente estinguente premiscelato: 24 mesi 4. Estintori a base d’acqua con serbatoio in acciaio al carbonio contenente solo acqua ed eventuali altri additivi in cartuccia: 48 mesi 5. Estintori a base d’acqua con serbatoio in acciaio INOX o lega di alluminio: 48 mesi 6. Estintori ad idrocarburi alogenati: 72 mesi Il tecnico incaricato deve: • verificare il buono stato di conservazione tramite esame interno dell’apparecchio; • effettuare il controllo funzionale di tutte le parti; • controllare che tutte le sezioni di passaggio del gas ausiliario e dell’agente estinguente siano liberi da incrostazioni, occlusioni e sedimentazioni; • ripristinare delle protezioni superficiali, se danneggiate; • sostituire i dispositivi di sicurezza contro le sovrappressioni se presenti; • sostituire l’agente estinguente; • sostituire le guarnizioni; • sostituire la valvola erogatrice per gli estintori a co2 • rimontare l’estintore in perfetto stato di efficienza. La data della revisione (mm/aa) e la denominazione dell’azienda che l’ha effettuata devono essere riportati sia all’interno che all’esterno dell’estintore con modalità che ne garantiscano la leggibilità. Le anomalie riscontrate devono essere eliminate in caso contrario l’estintore deve essere dichiarato fuori servizio. Deve essere compilato un rapporto di intervento e deve essere aggiornato il cartellino di manutenzione.

COLLAUDO DEGLI ESTINTORI

Il collaudo deve essere eseguito da PERSONA COMPETENTE Periodicità massima di collaudo estintori a polvere: 144 mesi Periodicità massima di collaudo bombole estintori CO2: 120 mesi Periodicità massima di collaudo estintori a base d’acqua con serbatoio in acciaio al carbonio con agente estinguente premiscelato: 72 mesi Periodicità massima di collaudo estintori a base d’acqua con serbatoio in acciaio al carbonio contenente solo acqua ed eventuali altri additivi in cartuccia: 96 mesi Periodicità massima di collaudo estintori a base d’acqua con serbatoio in acciaio INOX o lega di alluminio: 144 mesi Periodicità massima di collaudo estintori ad idrocarburi alogenati: 144 mesi Verifiche ed operazioni da eseguire: della durata di 30 s alla pressione di prova (Pt) indicata sul serbatoio. Gli estintori con serbatoio / bombola che non hanno superato positivamente il collaudo devono essere messi fuori servizio. In occasione del collaudo dell’estintore la valvola di comando deve essere sostituita per garantire l’efficienza e la sicurezza dell’estintore. La data del collaudo (mm/aa) e la denominazione dell’azienda che l’ha effettuata devono essere riportati sia all’interno che all’esterno dell’estintore con modalità indelebile. Le anomalie riscontrate devono essere eliminate in caso contrario l’estintore deve essere dichiarato fuori servizio. Deve essere compilato un rapporto di intervento e deve essere aggiornato il cartellino di manutenzione.

MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI ESTINTORI

Consiste in una manutenzione che si attua, durante la vita dell’estintore, ogni volta che le operazioni di manutenzione ordinaria non sono sufficienti a ripristinare le condizioni di efficienza dell’estintore. Deve essere effettuata da PERSONA COMPETENTE. In caso di utilizzo anche parziale dell’estintore è necessario sostituire integralmente l’agente estinguente eseguendo i controlli previsti dalla revisione programmata.

CARTELLINO DI MANUTENZIONE DEGLI ESTINTORI

Il cartellino di manutenzione deve essere apposto dalla società incaricata di effettuare il servizio di manutenzione. Ogni estintore in esercizio deve essere dotato del cartellino di manutenzione. Quando si effettua per la prima volta il controllo iniziale, se presente il cartellino del precedente manutentore deve essere rimosso e sostituito con quello della società incaricata di effettuare il servizio di manutenzione. Sul cartellino deve essere obbligatoriamente riportato: • numero di matricola o altri estremi di identificazione dell’estintore; • ragione sociale e indirizzo completo ed altri estremi di identificazione dell’azienda incaricata della manutenzione; • tipo dell’estintore; • massa lorda dell’estintore; • carica effettiva; • tipo di fase effettuata; • data dell’intervento (mese/anno nel formato mm/aa); • sigla o codice di riferimento o punzone identificativo del manutentore. La persona responsabile deve predisporre e tenere aggiornato un registro, FIRMATO DALLA STESSA PERSONA RESPONSABILE, in cui sono registrati i lavori volti e lo stato in cui si lasciano gli estintori.

ESTINTORI FUORI SERVIZIO

Gli estintori devono essere messi fuori servizio Estintori se non sono manutenzionabili, e in particolare nel caso si verifichi una delle casistiche sotto riportate: estintori di tipo non omologati ad esclusione degli estintori di classe D; estintori che presentino segni di corrosione e ammaccature sul serbatoio; estintori sprovvisti delle marcature previste dalla legislazione vigente e dalle norme applicabili; estintori le cui parti di ricambio e gli agenti estinguenti non sian più disponibili; estintori con marcature ed iscrizioni illeggibili e non sostituibili; estintori che devono essere ritirati dal mercato in conformità a specifiche disposizioni legislative nazionali vigenti; estintori non dotati del libretto di uso e manutenzione rilasciato dal costruttore e non più reperibile sul mercato (applicabile solo agli estintori portatili UNI EN 3-7); estintori che abbiano superato 18 anni di età. Sull’estintore deve essere un’etichetta “ESTINTORE FUORI SERVIZIO”; si deve e informare la persona responsabile e riportare la dizione “FUORI SERVIZIO” sul cartellino di manutenzione. Qualora il manutentore ritenga che l’estintore sia potenzialmente pericoloso deve metterlo in sicurezza. La PERSONA RESPONSABILE DEVE provvedere alla sostituzione degli estintori messi fuori servizio.
La competenza del nostro staff tecnico e la cortesia, sono da sempre le caratteristiche che ci contraddistinguono.

CONTATTACI



Via Adamoli 521 D – 16165 Genova

Tel. +39 010 8309305
ric. aut. +39 010 8301092
Fax –390108084754
amministrazione@cristoffanini.it
manfredi@cristoffanini.it

Qui potete scaricare l'informativa sul trattamento dei dati personali dei Clienti.

Compila il form sottostante, sarai ricontattato tempestivamente.

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Telefono

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Autorizzo al trattamento dei dati come da Normativa Conforme al Regolamento UE 2016/679.l'informativa sulla privacy